Menu
Corriere Locride
Reggio. Sabato 19 gennaio "Open Day" al Liceo Classico “Tommaso Campanella”

Reggio. Sabato 19 gennaio …

Sabato 19 gennaio 2019...

Reggio. Stanza 101 – Cenacolo Culturale Impertinente: «Amianto all’ex Fata Morgana, ancora silenzi dal Comune»

Reggio. Stanza 101 – Cenacolo …

«Sono passati 35 giorn...

Reggio. Castorina: (mozione Giachetti - Ascani) «rinunciare al congresso sarebbe errore gravissimo! Pd va rilanciato e ricostruito»

Reggio. Castorina: (mozione Gi…

Rinunciare per l’enn...

Poste Assicura promuove “i mesi della prevenzione”

Poste Assicura promuove “i mes…

«Una prestazione medic...

Locri. Venerdì 18 alle 17 a palazzo Nieddu, Rubens Curia presenta il suo recente e attualissimo saggio “Manuale per una riforma della sanità in Calabria”

Locri. Venerdì 18 alle 17 a pa…

Si chiama “Manuale per...

Anas: per lavori di Enel, limitazioni all’interno della galleria Sansinato lungo la strada statale 280 ‘Dei due Mari a Catanzaro’

Anas: per lavori di Enel, limi…

Catanzaro, 14 gennaio ...

Calabria, Confcommercio: il 32% delle imprese individuali chiude i battenti

Calabria, Confcommercio: il 32…

In Calabria il 32,1% d...

Lunedì 14 gennaio, si terrà il primo incontro del Corso di Formazione all’impegno socio–politico e alla cura del Creato “Laudato si'”

Lunedì 14 gennaio, si terrà il…

Lunedì 14 gennaio, all...

L'ASD Bovalinese 1911 annuncia il ritorno del portiere Fabio Dagostino

L'ASD Bovalinese 1911 annuncia…

Fabio Dagostino, è nuo...

Coldiretti: pesante crisi dell’agrumicoltura. Aceto scrive alla Regione e sollecita urgenti interventi

Coldiretti: pesante crisi dell…

Aceto: «interventi com...

Prev Next

Ospedale di Locri: Management Asp non si presenta all’inconto in Prefettura

  •   Redazione
Ospedale di Locri: Management Asp non si presenta all’inconto in Prefettura

Direttore sanitario e company oltre ad essere incapaci non hanno rispetto per le istituzioni.

Il Sindaco di Locri chiede l’avvio della procedura di scioglimento e commissariamento dell’Asp con l’applicazione dell’art. 141 del 267/2000

Il vertice sulle problematiche dell'ospedale di Locri sollecitato dall'Onorevole Sapia, nella qualità di componente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, e convocato dal Prefetto di Reggio Calabria per le ore 10 di oggi, ha registrato un nuovo fastidioso ed irrespettoso atteggiamento da parte del management dell’Ssp di Reggio Calabria: il Direttore Brancati ed il Direttore Sanitario si sono presentati in Prefettura con oltre un'ora di ritardo e con l'incontro ormai già concluso.

Purtroppo tale atteggiamento conferma il senso di irresponsabilità e lo scarso senso delle istituzioni di chi oggi è chiamato a governare l'Azienda Sanitaria di Reggio Calabria.

I Sindaci della Locride, rappresentati dal Sindaco di Locri e dal Sindaco di Benestare – Presidente del comitato dei Sindaci - puntuali all'incontro, si sono confrontati con il rappresentante del Parlamento, accompagnato dal dott. Luigi Scaffidi nella qualità di esperto, e con il Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele di Bari, che con grande sensibilità aveva raccolto l'invito dell'onorevole Sapia e convocato l’incontro odierno alla vigilia di ferragosto e dopo la gravissima vicenda del reparto di Ortopedia.

Il Sindaco di Locri dopo aver esposto la gravità della situazione ed evidenziato la drammaticità degli ultimi avvenimenti, ringraziando l'onorevole Sapia per l'attenzione dedicata, ha sollecitato lo stesso a riferire al Ministro della Salute quanto di grave accade da anni nell'Ospedale di Locri con impressionante e fastidiosa indifferenza della politica nazionale e regionale.

L'onorevole Sapia ha garantito una prossima visita alla struttura ospedaliera al fine di riscontrare personalmente quanto emerso i sede di confronto.

Il Sindaco di Locri ha reiterato al Prefetto di Reggio Calabria, che ricordiamo nei giorni scorsi ha inviato la commissione d’accesso antimafia all’Asp di Reggio Calabria, di valutare l’eventuale procedura di di scioglimento e contestuale commissariamento dell'Azienda Sanitaria – per come avviene per i consigli comunali - in base a quanto disposto dall’art. 141 del testo Unico sugli enti locali che prevede che venga sciolto un ente locale quando si “compiano atti contrari alla Costituzione o per gravi e persistenti violazioni di legge, nonché per gravi motivi di ordine pubblico”.

Nel caso dell’Asp di Reggio Calabria gli atti contrari alla Costituzione, le persistenti violazioni di legge ed i gravi motivi di ordine pubblico sono evidenti ed all’ordine del giorno.