Menu
Corriere Locride
La democrazia a zumpa filici (Africo e dintorni)

La democrazia a zumpa filici (…

di Bruno Salvatore Luc...

Poste Italiane: a Reggio Calabria un’azienda a misura di bambino

Poste Italiane: a Reggio Calab…

Reggio Calabria, 6 dic...

Sant'Ilario dello Jonio.  Sabato 7 dicembre l'evento: "Tra racconto e riflessioni le migrazioni del passato e del presente", con Mimmo Gangemi, Ilario Ammendolia e la musica di Fabio Macagnino

Sant'Ilario dello Jonio. Saba…

Sabato 7 dicembre, all...

"Fondo per le Non Autosufficienze": pubblicato il Bando che coinvolge tutti i cittadini residenti a sud di Locri

"Fondo per le Non Autosuf…

Il presente avviso, pr...

Presentato a Lamezia Terme «Leopardi e L’Infinito» di Raffaele Gaetano

Presentato a Lamezia Terme «Le…

Presentato sabato scor...

Nota stampa della Fsi - Usae sull'adempimento dei LEA regionali in sanità

Nota stampa della Fsi - Usae s…

FSI - USAE FEDERAZIONE...

Reggio: «Comitati “politici” per risolvere i problemi dei cittadini?»

Reggio: «Comitati “politici” p…

«Non abbiamo la presun...

Locride. Riunione dei Commissari dei Circoli di Fratelli d’Italia di Ardore, Bovalino, Caulonia, Gioiosa Ionica e Siderno: «soddisfazione per la nomina del nuovo Commissario Regionale»

Locride. Riunione dei Commissa…

«Dopo i proficui lavor...

Il Partito Comunista Calabria inizia la raccolta firme per la presentazione delle liste alle elezioni del Consiglio Regionale

Il Partito Comunista Calabria …

«Nei giorni scorsi, in...

Prev Next

Tansi: “Quando si discute di Calabria a Roma, Oliverio non c’è”

“Ogni volta che si è discusso, in questi anni, del futuro dei calabresi a Roma, Oliverio e i suoi sono risultati sempre assenti ingiustificati – scrive in una nota Carlo Tansi.

Abbiamo appreso con sorpresa, mista a rabbia che oggi la Calabria è stata l'unica assente al tavolo in cui le lobby del nord hanno dato inizio all'ultimo scippo e senza nemmeno provare a reagire, senza nemmeno provare a dire una parola per fermare il processo di autonomia differenziato avviato dalle regioni padane e che porterà la Calabria e, temiamo tutto il sud, ad essere privato dei servizi più elementari.

Infatti, Oliverio non ha nemmeno partecipato (come è spesso accaduto, tranne poi inventarsi banali scuse) alla conferenza Stato Regioni convocata per validare la proposta del ministro Boccia che vuole concedere alle regioni del nord l'Autonomia senza condizionarne l'approvazione e la successiva entrata in vigore, alla preliminare determinazione dei Livelli Essenziali di Prestazioni.

Come Tesoro di Calabria – conclude Tansi - non accetteremo mai nessuna autonomia fino a quando non saranno definitivamente individuati, attuati e finanziati i LEP in tutti i settori della Pubblica Amministrazione e si proceda ad equa redistribuzione riequilibratile.

Leggi tutto

Tansi ad Oliverio: «Dove sono finiti i soldi dei fondi da me reperiti e destinati alla Protezione Civile?»

"Oggi 5 ottobre inizia il Raduno della Protezione Civile della Calabria per concludersi domani. Sono sorpreso – dichiara Carlo Tansi ex capo della Prociv calabrese e candidato per le prossime elezioni a Governatore della Regione Calabria - di vedere per la prima volta partecipare all'evento Mario Oliverio, negli anni scorsi sempre assente e lontano come sempre del resto da ambienti di gente concreta.

Tuttavia, la sua presenza è un'ottima occasione per fargli un paio di domande a gran voce:

  • dove sono finiti i soldi del finanziamento di 1,5 M€ per i volontari della Protezione Civile?
  • Che fine ha fatto il bando già firmato un anno fa che doveva servire all'acquisto di mezzi e attrezzature per i volontari della Protezione Civile?
  • perché non si parla più del progetto della Scuola della Protezione Civile, da me fortemente voluto, e per il quale erano stati stanziati 2 milioni di euro?

Sì, perché – continua Tansi - mentre lo scorso anno a settembre Oliverio si affannava a studiare mosse populiste, a dire il vero anacronistiche (scimmiottando le strategie post unità d'Italia), come la promessa dell'esenzione del bollo auto per chi si arruola tra i volontari della Protezione Civile, io ho ottenuto un finanziamento di 1,5 M€ destinato proprio ai volontari della Protezione Civile.

Si, perché l'ardore che caratterizza i volontari deve comunque essere supportato da mezzi e attrezzature d'avanguardia per fronteggiare le situazioni di emergenza e tali da garantire la sicurezza di chi mette l'anima in questa attività.

Oliverio rispondici, te lo chiediamo tutti insieme perché con la sicurezza e l'incolumità dei cittadini non si scherza. Non ci sono scuse per ritardi ed omissioni. Sei tenuto a giustificare il silenzio di questi ultimi 10 mesi sulla fine di questo finanziamento.

Oggi però il Governatore si affanna ad elencare tutti i risultati conseguiti nel suo mandato ormai alla fine, nel riformare la Protezione Civile senza mai citare il sottoscritto.  In tre anni grazie alle mie iniziative, portate avanti tra le polemiche strumentali di chi voleva continuare ad assoggettare il volontariato di Protezione Civile alla politica e al clientelismo becero, il corpo dei volontari è diventato sano, efficiente e operativo.

Mi amareggia – conclude - constatare che da quando non sono più il dirigente della Protezione Civile, nessuno ha fatto più nulla di concreto e temo che il volontariato sia ritornato nelle grinfie della politica".

Leggi tutto

Oliverio a Locri per «omaggiare il "suino nero" e il Sindaco lo invita a visitare l'Ospedale»

«Caro Onorevole Presidente,

ho appreso che domani sera sarai a Locri per partecipare ad una importante e certamente interessante manifestazione del GAL “Terre Locridee”.

Parlare di sviluppo è sempre cosa interessante.

Realizzare sviluppo è invece cosa molto difficile.

Diventa invece cosa complicata farlo in un territorio complesso come la Locride.

Difficile poi vivere e pensare di fare sviluppo in un territorio dove non trovano applicazione numerosi diritti della Costituzione Italiana.

In particolar modo non trova applicazione l'art 32 che cito testualmente: "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti...".

In questi anni la situazione è drammaticamente peggiorata e tanti onesti e sfortunati cittadini hanno perso la vita per problemi derivanti dalla disorganizzazione sanitaria, altri sono stati costretti ad andare lontano da qui. In ospedale sono rimasti medici e personale sanitario abbandonati e disperati, che hanno cercato di garantire un servizio ai cittadini. A loro va il nostro ringraziamento.

Pensa che, se malauguratamente, domani, mentre ti trovi in Piazza dei Martiri a Locri a degustare i prodotti tipici e disquisire del "suino nero" ti dovesse capitare un incidente di natura ortopedica, saresti costretto ad andare a Reggio Calabria o Catanzaro, passando prima da Polistena.

Sarebbe doveroso, penso, da parte Tua una garbata visita a quel che resta del nostro ospedale. Potresti renderti conto dei disastri che hanno combinato gli uomini ai quali hai affidato il compito di gestire l'ASP di Reggio Calabria, prima del recente commissariamento per infiltrazioni mafiose.

Spero di avere un riscontro da parte Tua.

In ogni caso io dalle ore 19 sarò lì ad aspettarTi, davanti all'ingresso del Pronto Soccorso.

A domani...spero.

Un caloroso abbraccio»

Il Sindaco di Locri

Giovanni Calabrese

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed