Menu
FanduCorriere Locride
Reggio Calabria. Il Circolo Culturale “G. Calogero” organizza il convegno “La Rivolta di Reggio del 1970 tra società cultura e storia”

Reggio Calabria. Il Circolo Cu…

In occasione del cinqu...

DIOCESI OPPIDO MAMERTINA - PALMI. Iniziato il delicato intervento di restauro della monumentale statua di San Girolamo a Cittanova

DIOCESI OPPIDO MAMERTINA - PAL…

È iniziato il delicato...

Gli alunni del “Gemelli Careri” di Oppido Mamertina alla quinta edizione del concorso “Archivio Nazionale dei monumenti adottati dalle scuole italiane”, con un corto su “lo scoglio dell’ulivo di Palmi”

Gli alunni del “Gemelli Careri…

Il progetto didattico,...

Poste Italiane contribuisce allo sviluppo economico e sociale del paese

Poste Italiane contribuisce al…

«Nel 2019 le attività ...

Bovalino: l'Adda richiede segnaletica e spazi per disabili

Bovalino: l'Adda richiede segn…

L'associazione Adda, s...

"Distanti", il nuovo libro edito da Falzea

"Distanti", il nuovo…

di Cosimo Sframeli Un...

Respinto il ricorso della Palmese retrocessa in Eccellenza. Adesso si va al Tar

Respinto il ricorso della Palm…

di SIGFRIDO PARRE...

Poste Italiane ottiene l’attestato ISO 26000

Poste Italiane ottiene l’attes…

L’Azienda aderisce al ...

UNHCR e Intersos a Camini per la Giornata mondiale del rifugiato  Incontri e dibattiti il 23 e 24 giugno nel paese dell'accoglienza

UNHCR e Intersos a Camini per …

UNHCR (Alto commissari...

Nour Eddine Fatty e l'esilio del flautista: «Nella Locride la presentazione del libro del grande musicista»

Nour Eddine Fatty e l'esilio d…

Dice di aver sempre pe...

Prev Next

Regalo di Natale, tratto dal film di Pupi Avati, in scena a Polistena in prima regionale, nella rassegna de "Gli Amici della Musica Manfroce"

Cotugno: "Avati ha subito appoggiato il progetto, dandoci molta libertà. E' rimasto molto soddisfatto del nostro lavoro"

Tutto pronto per la prima in Calabria della trasposizione teatrale, con adattamento di Sergio Pierattini e regia di Marcello Cotugno, del film di Pupi Avati del 1986, Regalo di Natale. A scartarlo sarà il pubblico dell'auditorium comunale di Polistena. Lo spettacolo, in programma per martedì 11 febbraio alle ore 21:15, rientra nella rassegna promossa dall'associazione Amici della Musica Nicola Antonio Manfroce di Palmi, presieduta da Antonio Gargano, e cofinanziata nell'ambito dall'avviso pubblico Eventi culturali 2018 della Regione Calabria, con il contributo del Mibact.

Un cast d'eccezione, composto da Gigio Alberti, Gennaro Di Biase, Giovanni Esposito, Fulvio Pepe e Valerio Santoro, trasporrà sulla scena il film scritto e diretto da Pupi Avati negli anni Ottanta, ancora profondamente attuale e al centro della vincente produzione de La Pirandelliana. Con le scene di Luigi Ferrigno, i costumi di Alessandro Lai e le luci di Pasquale Mari, lo spettacolo, già giunto alla terza stagione, sarà molto probabilmente al centro di una quarta programmazione. "Un successo decretato da un'equipe affiatata e composta da grandi professionisti", ha dichiarato il regista Marcello Cotugno.

Quattro amici di vecchia data si ritrovano per giocare una partita di poker. Al tavolo da gioco anche un ricco e ingenuo industriale, un presunto pollo da spennare e un potenziale perdente che invece si troverà di fronte a quattro uomini che, avendo giocato con il proprio destino, in un modo o nell’altro sono stati loro ad aver già perso.

"E' un lavoro incentrato sulle relazioni umane, sul qui ed ora dipanato in scena, senza grandi effetti speciali ma giocando sull'empatia e sulla semplicità che fa da contraltare alla complessità delle relazioni tra i personaggi", ha commentato il regista Marcello Cotugno, grande appassionato del film di Avati e del gioco del Poker, misuratosi con grande professionalità con la trasposizione teatrale di un'opera cinematografica di tale spessore.

"Rispetto al cinema, il teatro per sua natura si muove in una dimensione differente. Nel cinema - ha spiegato il regista - i primi piani rivelano la psicologia e ne cesellano le sfumature. Nel teatro, invece, la relazione si amplifica, il simbolo diventa importante al pari di un primissimo piano. Insomma, il teatro va vissuto sera per sera, con un pubblico presente e questo, in generale, lo rende unico. Io ho cercato di massimizzare e valorizzare questa unicità - ha sottolineato ancora il regista Marcello Cotugno -  cercando di dimenticare il film, anche se non è stato facile, avendolo visto almeno sei volte negli ultimi vent'anni. Pupi Avati ha subito appoggiato il progetto, dandoci molta libertà. Dopo averlo visto a Roma assieme al fratello Antonio, è rimasto molto soddisfatto del risultato. L'adattamento è stato firmato da Sergio Pierattini - ha proseguito il regista Marcello Cotugno - con il quale abbiamo condiviso la scelte di ambientarlo nel nostro presente segnato da crisi economica e perdita di valori importanti come, nel caso del testo, quello dell'amicizia".

Palmi (RC), 10 febbraio 2020

Leggi tutto

Nota stampa del del Partito Comunista su Ospedale di Polistena e sanità calabrese

«Alla vigilia del Consiglio Comunale di Polistena, aperto agli interventi del pubblico, per discutere la carenza di medici presso il locale nosocomio ospedaliero che rischia, per questo, di non poter soddisfare le esigenze del territorio, il Partito Comunista coglie l'occasione per denunciare questo stato di cose che coinvolge tutti i presidi sanitari della regione.

Il Partito Comunista, da tempo impegnato in dette denunce, stigmatizza l'operato dei Commissari regionali alla Sanità che affrontano la questione alla stessa stregua di un deficit aziendale e, quindi, senza adottare le necessarie misure indispensabili a risanare quanto le passate gestioni, rispondenti alle amministrazioni politiche di centrodestra e centrosinistra, hanno prodotto attraverso tipi di amministrazione corrotta e clientelare.

Il Partito Comunista, alla luce di ciò, ribadisce la necessità di portare la questione sanitaria calabrese al centro dell'agenda politica regionale, ma da affrontare secondo le necessità dei cittadini e non dei contabili, cercando di risparmiare tagliando sprechi ed esternalizzazione dei servizi e non personale medico e paramedico che, invece, va implementato insieme a tutte le attrezzature e ai macchinari diagnostici.

Detto ciò, il Partito Comunista impegnerà tutte le proprie forze per difendere e per far crescere l'Ospedale di Polistena e tutte le strutture sanitarie pubbliche che rischiano di chiudere, o di non funzionare, a causa di oltre vent'anni di mala politica che ha guardato più agli interessi della sanità privata a scapito di quella pubblica».

 Il Coordinamento del Comitato Provinciale

del Partito Comunista di Reggio Calabria

(F. Talia – N. Limoncino – G. Errigo

Leggi tutto

Nota stampa di FSI - USAE su: «Criticità U.O.C. Radiologia nei Presidi Ospedalieri di Locri e Polistena»

FSI - USAE

Federazione Sindacati Indipendenti

Organizzazione costituente della confederazione USAE

SEGRETERIA TERRITORIALEREGGIO CALABRIA EST

89044 Locri (Reggio Calabria) Via Garibaldi,209

Telefono e fax 0964.399096- e_mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Locri, 29 maggio 2019

ALLA COMMISSIONE STRAORDINARIA

Azienda Sanitaria Provinciale

REGGIO CALABRIA

SIG. DIRETTORE SANITARIO

Presidio Ospedaliero

LOCRI

OGGETTO: Criticità U.O.C. Radiologia Presidi Locri e Polistena.

La scrivente O.S. è venuta a conoscenza che l’Asp di Reggio Calabria ha da tempo realizzato una rete telematica per interscambio diagnostiche tra la Radiologia di Locri e quella di Polistena  per la trasmissione di immagini radiologiche rendendole immediatamente disponibili ovunque, al medico radiologo per la refertazione .

Si tratterebbe di un passo avanti nel potenziamento e miglioramento dei servizi resi ai cittadini ma nella realtà purtroppo non è cosi perché la rete telematica che avrebbe messo in collegamento le due radiologie dei due Ospedali Spoke dell’Asp di Reggio Calabria non è mai stata messa in funzione, nonostante l’U.O. di Radiologia del Presidio Ospedaliero di Locri, spesso di notte, a causa della grave carenza di personale rimane senza medico per cui i pazienti devono forzatamente essere trasferiti con mezzi del 118 nelle altre strutture ospedaliere con grave rischio per la propria  salute e con grave dispendio di risorse per l’Azienda.

A ciò si aggiunge l’imminente arrivo della  stagione estiva che inevitabilmente comporterà un incremento della popolazione e contestuale riduzione del personale sanitario che dovrà fruire delle ferie stabilite dal contratto.

Tutto questo è assurdo e non tollerabile!!

Per quanto dichiarato, al  fine di salvaguardare la funzionalità delle due Soc di Radiologia, Locri e Polistena, che presentano da tempo molte criticità operative, più volte denunciate, la FSI USAE

CHIEDE

un urgente ed incisivo intervento di codesta Commissione Straordinaria finalizzato alla messa in funzione della predetta rete telematica nonché a  garantire le prestazioni radiologiche in urgenza/emergenza nei rispettivi Presidi di Locri e Polistena, evitando così gravi disagi agli utenti bisognosi di cure, senza lasciare scoperte le postazioni del 118 distogliendole dalla loro funzione che è quella di gestire le urgenze.

IL REFERENTE AZIENDALE                                                            IL SEGRETARIO TERRITORIALE

     Antonio Taccone                                                                          Emanuela Barbuto

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed