Menu
FanduCorriere Locride
Abilitati in Romania. Il consiglio di stato accoglie definitivamente l’appello: la abilitazione all’insegnamento in Romania e il titolo di studio conseguito in Italia non necessita di mutuo riconoscimento. Il Miur ha violato l’art.45 tfue e l’art.1

Abilitati in Romania. Il consi…

«Di particolare import...

Reggio. Alla ricerca del verde pubblico tra incuria e abbandono

Reggio. Alla ricerca del verde…

«La vicenda della riap...

Poste Italiane tra le aziende più attrattive del mondo del lavoro per gli studenti universitari Calabresi

Poste Italiane tra le aziende …

«L’Azienda, guidata da...

Giovani Avvocati reggini - traguardi e prospettive

Giovani Avvocati reggini - tra…

Lo scorso 20 Luglio 20...

Gioiosa Jonica (RC): Al via il FilMuzik Art Festival

Gioiosa Jonica (RC): Al via il…

FilMuzik arts festival...

Poste Italiane: prosegue il piano di riaperture da lunedì 27 luglio torna disponibile l’ufficio di Locri1

Poste Italiane: prosegue il pi…

Reggio Calabria, 23 lu...

Reggio. “Scatti tra Cielo e Terra: l’Astronomia per la legalità e l’inclusione sociale”

Reggio. “Scatti tra Cielo e Te…

«Venerdì a Palazzo Cor...

EasyPark arriva a Roccella Ionica: «ora la sosta si paga anche con l’app»

EasyPark arriva a Roccella Ion…

21 luglio 2020 Da ogg...

A Sant'Ilario dello Jonio : La mostra di Celestino Gagliardi, il racconto di Rehab, l'incontro con Lou Palanca e il loro "Mistero al Cubo", la musica di Gabriele Albanese con la partecipazione speciale di Paolo Sofia

A Sant'Ilario dello Jonio : La…

Venerdì 17 luglio 2020...

In Calabria la finale nazionale delle Olimpiadi di Astronomia: «Il Planetarium Pythagoras scelto tra le 12 sedi nazionali»

In Calabria la finale nazional…

La finale nazionale 20...

Prev Next

Nota stampa del Segretario generale Uil Calabria: «bene il Piano per il Sud ma non sia sganciato dal progetto di autonomia differenziata»

«Il Piano per il Sud presentato a Gioia Tauro va nella direzione giusta, va nella direzione auspicata dalle parti sociali. Ci conforta, anche, il fatto che il Presidente del Consiglio Antonio Conte, affiancato in Calabria dal ministro per il Sud Giuseppe Provenzano e da quello dell’Istruzione Lucia Azzolina, abbia deciso di passare dalla fase degli annunci a quella concreta della programmazione.

Il Piano per il Sud, che la Uil aveva sollecitato in tempi non sospetti, con l’indicazione di un investimento di 123 miliardi in dieci anni, di cui 33 pronti all’immediato utilizzo, riveste i caratteri di un importante segnale di attenzione verso il Mezzogiorno e, in particolare, verso la Calabria.

Ai nostri occhi, volendo scendere nel particolare, ci appare decisivo l’intervento programmato sulla realizzazione dell’Alta velocità/Alta capacità ferroviaria da e verso Reggio Calabria. Determinante, poi, appare l’impegno assunto e la tempistica annunciata per l’avvio del cantiere di ammodernamento del terzo megalotto della Strata statale 106: un progetto decisivo per lo sviluppo di questo territorio che, nella nostra visione, meriterebbe una rinnovata attenzione finalizzata alla progettazione di una dorsale viaria che metta in rapida connessione Crotone, la fascia dell’alto ionio cosentino, la Puglia ed il resto della Penisola.

Ancora, giudichiamo positivamente il rafforzamento dei programmi di start up della Zona economica speciale: uno strumento fondamentale per la ripartenza economica delle zone più severamente colpite dalla crisi che, adesso, necessita di un implementazione delle azioni di vantaggio, fiscali ed occupazionali, per tutti coloro che decideranno di investire sulle Zes e sul Sud Italia.

E’ un segnale positivo, poi, che il Governo per il rilancio del Meridione abbia coniugato le necessità di infrastrutture materiali con le richieste di natura immateriale quale può essere la scuola e l’offerta scolastica. Così come vanno nella direzione indicata le azioni per potenziare il sistema degli incentivi alla ricerca. 

In questo quadro è importante estendere alle aziende di Stato, non solo a quelle impegnate nella realizzazione di grandi opere ma anche a quelle che producono valore aggiunto in ricerca ed innovazione tecnologica, le provvidenze previste con l’applicazione della cosiddetta clausola del 34%.

Ci soddisfa l’idea di una rinnovata programmazione delle risorse 2021/2927, ma al Governo vorremmo raccomandare la loro concentrazione su asset definiti e non la loro parcellizzazione.

Appare necessario, poi, varare una nuova politica industriale che sia in grado di supportare e trasformare in un volano per l’economia tutto quanto è stato previsto con il Piano per il Sud.

Le buone notizie contenute nelle slide presentate dal ministro Provenzano, però, non possono far passare in secondo piano alcuni nodi ancora non sciolti in terra di Calabria.

Innanzitutto, crediamo che il Governo debba dare con prontezza una risposta decisiva sul futuro del Servizio sanitario calabrese e, in questo contesto, ci attendiamo che il Consiglio dei ministri sia in grado di trovare le giuste misure capaci di superare la fase di stallo sul Decreto Calabria.

Poi, il Capo del Governo e la sua squadra dovranno aprirsi ad un confronto costruttivo con le parti sociali sul cronoprogramma del Piano per il Sud e, allo stesso tempo, dovranno essere pronti ad affrontare un’attenta azione di analisi di tutti quei programmi, come il Patto per la Calabria, che non hanno ancora dispiegato i propri effetti sul territorio calabrese.

In ultimo, ma non per ultimo, appare necessario capire se e come possa incastrarsi il progetto di autonomia differenziata, sul quale ci sembra utile un attento approfondimento, con i risvolti del piano di sviluppo presentato dal Presidente del Consiglio a Gioia Tauro. Non vorremmo, infatti, che il mutamento dell’assetto istituzionale del nostro Paese potesse influire negativamente sull’applicazione concreta delle numerose provvidenze previste dal Piano per il Sud».

Santo Biondo

Segretario generale

Uil Calabria

Leggi tutto

Nota stampa di Uil e FenealUil Calabria: «Collegare la Calabria al resto del Paese deve essere una delle priorità del Governo Conte»

Sant’Eufemia - Lamezia 8 febbraio 2020  

Collegare la Calabria al resto del Paese deve essere una delle priorità del Governo Conte. Non smetteremo mai di ricordarlo alla politica locale e nazionale. Il bisogno di infrastrutture di questa regione è enorme.

Lo è almeno da due punti di vista. Il primo, che appare scontato, è quello di assecondare il bisogno di mobilità dei cittadini calabresi che, purtroppo, è da sempre male assecondato. Il secondo, che sarebbe anche superficiale ricordare ad una classe dirigente attenta, è quello di dare una valvola di sfogo importante alla richiesta di occupazione, lavoro rispettoso delle regole, che atavicamente promana da questa terra.

Non capirlo, ancora oggi, sarebbe un errore madornale che mortificherebbe ancora di più gli accorati appelli che i corpi intermedi, facendosi latori delle istanze dei cittadini calabresi, hanno lanciato nel corso degli anni.

Porti, aeroporti, alta velocità ferroviaria, viabilità primaria e secondaria efficienti e moderne devono essere le basi sulle quali far poggiare la ripartenza, economica e sociale, di questa regione. Devono essere le vie attraverso le quali riportare verso la propria terra natia, messa nelle condizioni economiche e produttive di ridurre il gap con il resto del Paese, le tante, troppe, giovani intelligenze che hanno scelto di lasciare la Calabria per assecondare la propria fame di lavoro.

Le attenzioni che il Governo Conte sta ponendo verso la nostra regione ci fanno sperare ma non ci accontentano. La delibera del Cipe che stanzia per la Calabria una nuova messe di fondi per l’ammodernamento delle infrastrutture ci soddisfa ma solo a metà. Così come ci fa piacere che l’Anas, come da noi peraltro anticipato, sia pronta a procedere – come confermato dal sottosegretario alle Infrastrutture Roberto Traversi - all’approvazione del progetto esecutivo del terzo macro lotto della Strada statale 106, con conseguente consegna dei lavori di realizzazione del nuovo tratto, presumibilmente entro il prossimo mese di marzo 2020.

Questo, però, deve essere solo il primo tassello di una rinnovata strategia di investimento pubblico e privato in Calabria, la prima pietra di un progetto che, secondo noi, deve puntare al completamento di questo importante asse viario anche oltre Roseto Capo Spulico, proiettando la nostra regione verso la dorsale adriatica lungo una Strada statale adeguata alle necessità contingenti ma in grado di sopportare le sfide della viabilità del prossimo millennio.

Maria Elena Senese                                                                                            Santo Biondo

FenealUil Calabria                                                                                              Segretario generale

Uil Calabria

Leggi tutto

Cgil, Cisl e Uil Calabria raccolgono l’invito al confronto del candidato governatore Carlo Tansi

Le Segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil Calabria raccolgono l’invito al confronto che è stato avanzato loro dal candidato governatore Carlo Tansi. L’incontro si terrà lunedì prossimo, 20 gennaio, presso l’Hotel Lamezia con inizio alle ore 10.00.

In quell’occasione, Cgil, Cisl e Uil Calabria presenteranno a Carlo Tansi le priorità dell’azione sindacale unitaria sul territorio regionale: creazione di lavoro, rilancio dello sviluppo, misure per la crescita, tutela del territorio, lotta al dissesto idrogeologico, ammodernamento delle infrastrutture, superamento del precariato, cura della sanità, rinnovamento dell’apparato burocratico e argine alla criminalità organizzata.

Al termine dell’incontro con il candidato governatore Carlo Tansi, infine, i rappresentanti regionali di Cgil, Cisl e Uil, sempre presso i locali dell’Hotel Lamezia, avranno il piacere di incontrare i rappresentanti degli organi di stampa per presentare ai calabresi le priorità dell’agenda sindacale che ritengono essere fondamentale sottoporre al confronto di tutti coloro che si sono candidati alla guida della Regione Calabria.

Angelo Sposato                                 Tonino Russo                                    Santo Biondo

Segretario generale                             Segretario generale                             Segretario generale

Cgil Calabria                                      Cisl Calabria                                      Uil Calabria

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed