Settembre 21, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Prima sconfitta dell’Honduras contro il Canada: Brian Moya annulla il suo esordio per KO a Toronto – dieci

Il Nazionale dell’Honduras Vuole iniziare con il piede giusto il suo primo spettacolo sulla strada per il mondo Qatar 2022, Ma non tutto è andato liscio dopo che i problemi sono arrivati ​​in Canada in anticipo.

Come sottolineato per dieciUn altro fastidio aggiunto a Bicolor è stata la perdita di un giocatore nella sua prima partita ad eliminazione diretta contro Maple Leaf.

centrocampista offensivo Brian Moya È il primo assente da questo impegno in Canada, perché ha ancora il suo problema di immigrazione per entrare negli Stati Uniti e la nazionale si fermerà in quel paese prima di arrivare a Toronto.

moya Jose Ernesto Mejia ha spiegato che sarà nella partita contro El Salvador, e ha un problema con il visto per entrare negli Stati Uniti e questo lo ha reso un po’ difficile”.

Va ricordato che il Cracho è entrato illegalmente negli Stati Uniti in gioventù, e poi ha sposato un americano, ma la procedura per lui non è stata ancora risolta. Moya si unirà alla delegazione honduregna in El Salvador.

Poco nell’arrivo di Rubio

Una delle notizie che è stata confermata è che Jonathan Rubio Arriverà prima del previsto prima della data prevista nel rally dopo che la sua squadra è inattiva questo fine settimana.

Jonathan Rubio, risolviamo tutto noi FogliameIl suo visto è già stato timbrato. Doveva recarsi a Madrid; “Stiamo coordinando tutto questo e ringraziamo già Dio per questo”, ha detto Jose Ernesto Mejia, segretario di Fnavoth.

Il centrocampista accademico di seconda serie arriverà domenica in Portogallo, come il resto del giocatore honduregno.

READ  Carlos Salcedo fa fare i capricci a Miguel Herrera per tenerlo fuori dal cambiamento

“Dobbiamo aspettare se l’insegnante rapporto Decide di usarlo nella partita contro il Canada, El Salvador o gli Stati Uniti”.

I piani di Fabian Quito erano di svolgere i suoi preparativi a Toronto, ma il governo canadese ha cambiato i piani a causa delle richieste del governo canadese.

Siamo al 98%, Perché il governo canadese ha molte restrizioni e ci sono state alcune difficoltà. Il layout doveva cambiare, ma FIFA e Concacaf erano molto collaborativi. Se Dio lo permette, domenica 28 la nazionale andrà a Toronto».