Settembre 23, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Promette di rimuovere l’Artern Delta della Nuova Zelanda mentre l’eruzione si diffonde

Popolazione di Lampton Quay assente il primo giorno di chiusura per prevenire la diffusione della malattia da virus corona (Govit-19) il 18 agosto 2021 a Wellington, in Nuova Zelanda.

  • Il blocco nazionale è stato esteso fino alla mezzanotte del 24 agosto
  • L’intera portata dell’eruzione del Delta non è ancora nota, ha affermato il primo ministro Artern
  • Artern dice che la cancellazione funzionerà se le persone si attengono ad essa

WELLINGTON, 20 agosto (Reuters) – Venerdì il primo ministro neozelandese Jacinta Artern ha esortato il governo ad aderire alla sua strategia di eliminazione del delta in rapida diffusione mentre l’epidemia di infezioni continua a inasprirsi.

I critici di Artern si chiedono se possa ripetere il record dell’anno scorso di battere il governo 19 perché il suo governo sta lottando per vaccinare le persone di fronte a una variante delta altamente contagiosa.

“Siamo stati qui prima… sappiamo che la strategia di eliminazione funziona”, ha detto Artern in una conferenza stampa. “I casi salgono e poi cadono finché non li abbiamo. È stato provato e vero… dobbiamo attenerci ad esso.”

Artern ha esteso il blocco per 5,1 milioni di persone fino alla mezzanotte di martedì.

Venerdì si sono registrati 11 nuovi casi, tre a Wellington e 31 in Nuova Zelanda.

Le vittime di Wellington si sono recate di recente ad Auckland per visitare i siti in cui è stata identificata l’eruzione.

“Non conosciamo l’intera portata di questa eruzione del delta”, ha aggiunto Atern. “Ora l’intero Paese deve essere più vigile”.

I neozelandesi hanno vissuto senza virus e senza restrizioni fino a quando Order non ha ordinato una foto scattata martedì. Chiusura nazionale di 3 giorniUno sciopero di sette giorni ad Auckland dopo la scoperta del primo caso dopo febbraio.

READ  L'Italia ha inciampato nella partita contro la Bulgaria

Il capo della sanità Ashley Bloomfield ha avvertito che il blocco potrebbe essere ulteriormente esteso ad Auckland, il centro dell’eruzione.

Le serrate serrature dell’ordine e le chiusure delle frontiere internazionali nel marzo 2020 hanno contribuito a frenare il COVID-19, ma ora il governo sta affrontando domande sul rilascio ritardato del vaccino, nonché su Aumento dei costi In un paese che dipende molto dai lavoratori migranti.

Circa il 19% della popolazione è completamente vaccinato, un ritmo lento tra i paesi ricchi del gruppo OCSE.

Relazione di Praveen Menon; Montaggio di Jerry Doyle e Clarence Fernandez

I nostri standard: Politiche della Fondazione Thomson Reuters.