Settembre 22, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Qualificazioni del Messico dopo aver sconfitto la Giamaica nelle qualificazioni CONCACAF

La nazionale messicana ha iniziato la sua corsa con il piede destro durante i turni di qualificazione CONCACAF per la Coppa del Mondo FIFA 2022 in Qatar, dopo aver imposto 2 a 1 Giamaica Allo Stadio Azteca grazie ai gol degli dei dell’Olimpo Alexis Vega e Henry Martin.

ESPN presenta le qualifiche per le prime 11 partenze e sostituzioni effettuate da Gerardo Martino all’inizio del suo percorso di Coppa del Mondo.

Il portiere dei mille scontri con la nazionale messicana ha lasciato la sua divisa un po’ sporca per gran parte della partita, poiché la Giamaica era ansiosa di lasciare lo Stadio Azteca con il minor numero di infortuni possibile.

Nell’1-1 non ha potuto fare molto, dopo uno scontro ravvicinato con Shamar Nicholson, rimasto solo davanti alla porta grazie a uno svarione di Jorge Sanchez.

Partita segreta dal terzino destro fino al 65′, dove l’insuccesso di Brand su un lancio lungo in area lo dipinge come il ‘colpevole’ più vicino al pareggio giamaicano, per cattiva gestione dello smaltimento del pallone.

Il difensore centrale ha mostrato coerenza nei 90 minuti e non ha commesso errori che hanno influito sul tabellone e questa è stata la migliore prestazione del Messico in prima fila.

Il 30enne difensore emerge come uno degli anelli più deboli quando scende in campo con la maglia della nazionale. Nell’occasione, un segno debole in area di Shamar Nicholson nel ’34, oltre a un altro fallo di Jesus Gallardo, si è concluso con un pericoloso tiro in porta di Guillermo Ochoa.

Il terzino sinistro è entrato male su Shamar Nicholson in una partita a rischio moderato culminata in un tiro in porta di Guillermo Ochoa. Sulla linea di fondo ha collaborato moderatamente con i centri, ha però evidenziato un arrivo in cui è stato scartato all’interno della zona e non è stata comminata alcuna sanzione.

READ  La data 5 del pareggio, posticipata lo scorso marzo, è inclusa nel match di ottobre | calcio | Gli sport

Gli è stato dato un cartellino giallo nei tempi supplementari del primo periodo e ha permesso alla Giamaica di giocare a tempo determinato per tutti i 90 minuti. Nel settore del contenimento aveva poco da fare, grazie al piccolo attacco del rivale caraibico.

Il centrocampista, compagno di Alvarez in detto terzo di campo, aveva il compito di maneggiare la palla, dettare i tempi e persino unirsi all’attacco o interferire in area per collegare i punti.

Dietro il centravanti, è stato a disagio durante i 75 minuti della sua partecipazione, fino a quando non è partito per accedere a Orbelín Pineda.

Inedito nel primo periodo, mostra difficoltà di comunicazione con i compagni; In entrambe le corsie destra e sinistra, ha generato passaggi incrociati senza pericolo e talvolta forzati, ad eccezione del passaggio che ha portato al gioco che è stato sprecato da Rogelio Funes Mori per aprire le marcature al 24.

Nel complemento è stato più energico e preciso, fino a quando una palla con un chiaro segno della porta ha colpito il palo.

Giocando il primo gol del Messico nei loro panni, un tentativo dalla media distanza che ha sbattuto contro la difesa è culminato nella scarpa di Alexis Vega, che si è fatto strada attraverso un mare di gambe e ha colpito la gabbia. Funes Morey, invece, gli ha dato la palla proprio davanti alla gomma e ha rotto la base del palo destro. Pochi minuti dopo, la Giamaica pareggia. Un gol mancato, un gol contro. Il cambio è partito a 75 per Uriel Antuna.

Non preciso dall’inizio e desideroso di creare un pericolo dalla sua parte, l’ala sinistra ha ricevuto un’inutile ammonizione al 21′, dopo un forte contrasto sul difensore centrale Damion Lowe.

READ  Che numero utilizzerà Mbappé se raggiungerà il Real Madrid?

In questa occasione la sua velocità e il suo tiro a metà campo erano rari, ma il suo rimbalzo dopo un placcaggio sulla destra di Roberto Alvarado gli ha dato l’opportunità di aprire le marcature, tagliando verso il centro del suo terzo attacco che gli è andato addosso con un colpo di testa. Tiro rasoterra in rete.

Per inciso, la prima posizione d’attacco del Tri contro la Giamaica ha lasciato la sua area per cercare il pallone, vista la partenza lenta della nazionale e le poche occasioni al di là dei passaggi forzati.

Al 24′ fallisce una delle due occasioni più nette del match, dopo aver servito un servizio unilaterale, ma non marcato, alla destra dell’estremo difensore Jorge Sanchez, e per il resto della gara sbaglia. nei suoi scatti.

supplenti

Con nove minuti in campo, la medaglia di bronzo di Tokyo 2020 ha girato la bilancia a favore del Messico, segnando 2 a 1 all’ora per dare i primi tre punti alla squadra guidata da Gerardo Martino, grazie alla sua mano destra. Fuoco verso la banda.

Pineda giocava dietro il centro dell’attaccante, ed era un elemento destabilizzante nell’area avversaria. Un minuto dopo essere entrato ha trovato un pallone aerostatico attaccato alla testa, ma il portiere l’ha coperto.

In sostituzione di Roberto Alvarado a 75 anni, l’ala destra ha avuto una mossa segreta all’inizio del pareggio, senza un gioco pericoloso in cui è stato coinvolto.

Il secondo tempo è arrivato pochi minuti fa.

Il secondo tempo è arrivato pochi minuti fa.