Ottobre 25, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Satoshi Nakamoto: Il suo portafoglio è stato attivato improvvisamente dopo 9 anni, con 616 BTC

Un portafoglio Bitcoin che è rimasto inattivo per quasi nove anni è stato misteriosamente attivato.

Il portafoglio digitale, che contiene 616 BTC, risale all’incirca al periodo in cui lo pseudonimo di Bitcoin Satoshi Nakamoto era attivo su Internet.

Dall’ultimo utilizzo, il valore della riserva è passato da circa $ 8.000 a oltre $ 26 milioni.

Segui gli ultimi aggiornamenti sul mercato delle criptovalute con il blog live di The Independent

Miliardi di dollari di bitcoin sono rinchiusi in portafogli digitali che non vengono aperti da anni, ma il design semi-anonimo della criptovaluta significa che gli account non possono essere collegati a un individuo o a un gruppo.

E’ possibile tracciare i movimenti del contenuto del wallet attraverso un registro blockchain online e se i fondi vengono trasferiti ad un exchange e raccolti, è possibile determinare chi li controlla.

Non è la prima volta che negli ultimi anni viene attivato senza spiegazioni un portafoglio inattivo contenente grandi quantità di bitcoin.

Lo scorso novembre, una persona misteriosa ha spostato più di 1 miliardo di bitcoin dal quarto portafoglio di criptovalute più grande del mondo.

Per saperne di più: MLS e Liga MX annunciano l’espansione della Coppa di Lega

L’ultima mossa è stata scoperta per la prima volta dal servizio di monitoraggio delle criptovalute Whale Alert, che ha pubblicato online i dettagli della transazione.

Un elenco compilato da BitInfoCharts dei più preziosi portafogli bitcoin inattivi rivela che ci sono dozzine di indirizzi crittografici che sono rimasti inattivi per almeno nove anni.

Il portafoglio più costoso contiene quasi 80.000 bitcoin, per un valore di oltre $ 3,3 miliardi al tasso di cambio attuale.

READ  "Non vediamo l'ora di servire l'intera Terra!": SpaceX ha spedito 100.000 stazioni Internet Starlink

Una recente analisi della società di intelligence di mercato delle criptovalute Glassnode ha stimato che i detentori a lungo termine di Bitcoin detengono circa un terzo dell’offerta totale di criptovaluta, che è limitata a 21 milioni di monete.

È probabile che il prelievo di una grande quantità di bitcoin provochi un significativo calo dei prezzi a breve termine e provochi volatilità nel mercato delle criptovalute.