Menu
Corriere Locride
Il docufilm “Terra Mia” di Ambrogio Crespi vince al Festival Internazionale del Cinema di Salerno

Il docufilm “Terra Mia” di Amb…

TERRA MIA non è un pa...

Diocesi di Locri-Gerace: « Monsignor Cornelio Femia è tornato alla Casa del Padre»

Diocesi di Locri-Gerace: « Mon…

Questa sera, all’età d...

Nota stampa del Partito Comunista calabrese sulla Sanità regionale

Nota stampa del Partito Comuni…

«Stamane, una delegazi...

Bovalino. Nota stampa del Capogruppo Gruppo consiliare di “Nuova Calabria” sull'emergenza rifiuti

Bovalino. Nota stampa del Capo…

«L’emergenza rifiuti d...

Discarica Comunia, Tansi vs Verduci: “Il vero allarme è sottacere i problemi ai cittadini”

Discarica Comunia, Tansi vs Ve…

«Il geologo replica al...

"Riace che incontra il mare". Martedì 19 all'hotel Federica di Riace Marina la prima presentazione del romanzo di Giuseppe Gervasi

"Riace che incontra il ma…

Inizia martedì 19 nove...

Elezioni Regionali. Santo Biondo (Uil Calabria): «Siamo disponibili al confronto costruttivo con chi ne abbia la volontà»

Elezioni Regionali. Santo Bion…

«Che i bisogni della C...

Bovalino. "Emergenza rifiuti": Avviso del Sindaco  Avv. Vincenzo Maesano

Bovalino. "Emergenza rifi…

C O M U N E  ...

Nasce "il Sipario", la nuova rivista calabrese diretta da Vincenzo Varone

Nasce "il Sipario", …

il SIPARIO Periodico ...

Riace: «Trifoli resta alla guida del suo Comune e continua a portare avanti il suo impegno con gli elettori»

Riace: «Trifoli resta alla gui…

RIACE - Con ordinanza ...

Prev Next

Bova Marina. Oggi pomeriggio, sabato 9 febbraio, sarà presentata la Strenna 2019 del Rettor Maggiore dei Salesiani, don Ángel Fernández Artime

  •   Redazione
Bova Marina. Oggi pomeriggio, sabato 9 febbraio, sarà presentata la Strenna 2019 del Rettor Maggiore dei Salesiani, don Ángel Fernández Artime

Verrà presentata oggi pomeriggio, sabato 9 febbraio alle ore 18.30 presso il CineTeatro “Don Bosco” di Bova Marina, la Strenna 2019 del Rettor Maggiore dei Salesiani, don Ángel Fernández Artime. Relatore sarà don Natalino Carandente - sacerdote e parroco che ha guidato la comunità salesiana di Bova Marina per ben 19 anni - e, tale evento concluderà i festeggiamenti in onore di San Giovanni Bosco.

“Strenna” significa dono e la storia della “Strenna” è infatti la storia di un dono, un regalo destinato a tutto il mondo salesiano. La tradizione vuole infatti che alla fine dell’anno il Rettor Maggiore, colui che raccoglie l’eredità carismatica di Don Bosco nel prendersi cura della Famiglia Salesiana, presenti un particolare tema invitando tutti a convergere sulla medesima riflessione. La Strenna è dunque il regalo che un padre dona a tutti i gruppi della sua Famiglia, aiutandoli ad avere lo stesso sguardo nelle molteplici iniziative con cui i Salesiani si impegnano in ogni parte del mondo. È il cuore carismatico dal quale si irradiano tutte le attività organizzate secondo le specifiche sensibilità dei gruppi di tutta la Famiglia Salesiana. 

Il titolo che accompagnerà il cammino per quest'anno è: «‘Perché la mia gioia sia in voi’ (Gv 15,11). LA SANTITÀ ANCHE PER TE».

“La santità è una cosa vicina, reale, concreta, possibile… Non è un ‘di più’ facoltativo, un traguardo solo per alcuni. È la vita piena, secondo il progetto e il dono di Dio” scrive Don Ángel nella presentazione della Strenna. “L’importante è essere santi, non essere dichiarati tali – enfatizza il Rettor Maggiore –. I santi canonizzati rappresentano la facciata di una chiesa; ma la chiesa contiene molti preziosi tesori al suo interno che, tuttavia, rimangono.

Questi alcuni degli aspetti che verranno approfonditi sotto la giuda sagace ed esperta di don Natalino. Un’occasione per riflettere su un tema così affascinante ma altrettanto complesso.

Una magnifica opportunità "per essere in sintonia con l’appello che il Santo Padre rivolge nell’Esortazione Apostolica Gaudete et exsultate, che ha molto a che fare con il nostro carisma salesiano. Don Bosco è stato un grande maestro in tal senso, con la capacità di ispirare e di accompagnare i suoi ragazzi sui sentieri della santità quotidiana”.