Menu
FanduCorriere Locride
Nota unitaria di CGIL, CISL e UIL Calabria sulla sanità

Nota unitaria di CGIL, CISL e …

«Potenziare e riorgani...

Roccella Jonica. L'ing. Vanessa Riitano lascia il gruppo di "Roccella Futura" e si costituisce consigliera autonoma

Roccella Jonica. L'ing. Vaness…

La consigliera comunal...

Poste Italiane contro la violenza di genere. Anche in Calabria sui monitor dei 370 sportelli Postamat ATM

Poste Italiane contro la viole…

 «Il numero e l’a...

Calabria, operazione “waterfront”: il funzionario Anas già sospeso nel 2017

Calabria, operazione “waterfro…

In riferimento alle no...

Bovalino. Emergenza Covid19, nota stampa del Capogruppo di “Nuova Calabria”: «i Comuni mettano in campo tutte le strategie per fare emergere i bisogni delle famiglie»

Bovalino. Emergenza Covid19, n…

«L’emergenza Covid19 h...

Poste Italiane: lockdown, in provincia di Reggio Calabria volano l’e-commerce e i pagamenti digitali

Poste Italiane: lockdown, in p…

«Le consegne e-commerc...

Bovalino - Problematica rifiuti - Richiesta congiunta dei gruppi consiliari di convocazione di un Consiglio comunale aperto

Bovalino - Problematica rifiut…

Al Presidente del Con...

Anas: bando per l’assunzione di ingegneri strutturisti

Anas: bando per l’assunzione d…

«Il bando, che rispond...

Comune di Bovalino - Emergenza Covid19 - Richiesta attivazione tavolo tecnico per attività produttive e commerciali

Comune di Bovalino - Emergenza…

Al Sindaco del Comu...

Poste Italiane: prima nella top 100 mondiale dei Brand assicurativi

Poste Italiane: prima nella to…

«Il Gruppo guidato dal...

Prev Next

É partito dal Comune di Badolato il progetto “Integrando”: «sviluppo economico del territorio attraverso l’inclusione»

  •   Redazione
É partito dal Comune di Badolato il progetto “Integrando”: «sviluppo economico del territorio attraverso l’inclusione»

E’ partito dal Comune di Badolato il progetto “Integrando”,  finanziato dalla Regione Calabria nell’ambito di “Percorsi di Accoglienza”, progetto dalla stessa  avviato.

Il progetto prevede lo sviluppo economico del territorio in modo più sostenibile e solidale attraverso percorsi di inclusione.

E’ come se un cerchio si chiudesse, dalle azioni di accoglienza iniziali, realizzate ad esempio con lo Sprar di Badolato si arriva a percorsi di formazione, inserimento lavorativo, creazione di professionalità non fini a se stesse ma dedicate al territorio; per aiutare a creare una Rete Solidale, composta da esperienze di produzione e vendita vocate alla qualità ed etica del piccolo mercato locale. Quindi un aiuto dal territorio che ritorna al territorio. Un cerchio che si chiude, appunto.

Dopo una prima fase iniziale di programmazione delle azioni, una sorta di cabina di regia rivolta alla pianificazione delle azioni, il progetto è partito. Presto i primi incontri sul territorio e in questi una condivisione con attori e popolazione locale, per comprendere fino in fondo gli scopi del progetto e gli effetti positivi sulla zona.

Il Progetto Integrando, di cui è capofila il comune di Badolato, rappresentato dal sindaco Gerardo Mannello, è coordinato per il comune dall’assessora alle politiche sociali e istruzione, Daniela Trapasso.

Partecipano alla realizzazione del progetto la cooperativa Hermes 4.0, ReCoSol, il consorzio Macramè con Cisme, l’associazione Distretto solidale, Sankara, e l’Unical con il Dipartimento di Scienze economiche e sociali, l’associazione Mediterraneo e FimminaTv, edita dall’associazione ConsultingProdest.

Il progetto durerà un anno ed è destinato ad autosostenersi per il periodo successivo.