Menu
Corriere Locride
Tansi: “Cosa avete fatto finora per creare lavoro? Nulla, solo chiacchiere!”

Tansi: “Cosa avete fatto finor…

«Il candidato a Govern...

A Gioiosa Jonica (RC), sabato prossimo il convegno sul tema “Attualità sulle neoplasie della mammella” organizzato dall’associazione “Angela Serra-Locride”

A Gioiosa Jonica (RC), sabato …

Sabato 14 Dicembre all...

Reggio. "Progetto giustizia semplice": Venerdì 13 convegno a Palazzo Alvaro

Reggio. "Progetto giustiz…

“Progetto Giustizia Se...

"Emozioni a colori". A Bova Marina iniziativa contro la violenza di genere promossa dall''Ass. Thesis

"Emozioni a colori".…

"Emozioni a colori" è ...

Il Parco Archeologico urbano di Brancaleone Vetus chiuso ai visitatori; l'appello della Pro-Loco!

Il Parco Archeologico urbano d…

Non si arresta la cont...

La democrazia a zumpa filici (Africo e dintorni)

La democrazia a zumpa filici (…

di Bruno Salvatore Luc...

Poste Italiane: a Reggio Calabria un’azienda a misura di bambino

Poste Italiane: a Reggio Calab…

Reggio Calabria, 6 dic...

Sant'Ilario dello Jonio.  Sabato 7 dicembre l'evento: "Tra racconto e riflessioni le migrazioni del passato e del presente", con Mimmo Gangemi, Ilario Ammendolia e la musica di Fabio Macagnino

Sant'Ilario dello Jonio. Saba…

Sabato 7 dicembre, all...

"Fondo per le Non Autosufficienze": pubblicato il Bando che coinvolge tutti i cittadini residenti a sud di Locri

"Fondo per le Non Autosuf…

Il presente avviso, pr...

Prev Next

Il film di Calopresti in prima nazionale a Reggio Calabria: lunghi applausi per la pellicola

  •   Antonella Italiano
Il film di Calopresti in prima nazionale a Reggio Calabria: lunghi applausi per la pellicola

Si è tenuta ieri, martedì 19 novembre, al Cinema Lumiere di Reggio Calabria l’anteprima nazionale del film “Aspromonte, la terra degli ultimi” diretto da Mimmo Calopresti, regista originario di Polistena. La pellicola è l’omaggio che un altro calabrese, il produttore Fulvio Lucisano, presente in sala, ha voluto fare alla gente di Calabria.

Il cast a Reggio non era al completo, ma è stato magistralmente rappresentato dal padrone di casa Marcello Fonte che ha invitato tutti gli attori presenti in sala a salire sul palco.

«La Film Commission – ha precisato il presidente Citrigno – ha puntato molto sul progetto di Mimmo Calopresti, calabrese trapiantato a Torino. Siamo orgogliosi di averlo riportato in Calabria e ci auguriamo che il suo lavoro in questa terra prosegua».

Il film, tratto dal romanzo “Via dall’Aspromonte” scritto da Pietro Criaco ed edito da Rubbettino, è una libera interpretazione della storia di Africo, il paese della “perduta gente” descritto da Zanotti Bianco; i costumi e la scenografia si rifanno alle famose immagini portate fuori da Tino Petrelli per un servizio su “l’Europeo”, qualche anno prima dell’alluvione che nel 1951 distrusse il vecchio abitato.

Presente in sala il primo cittadino di Africo, Francesco Bruzzaniti, Comune che ha patrocinato il film assieme a Ferruzzano, Staiti, Roghudi e al Parco nazionale d’Aspromonte. Molti gli “africoti” intervenuti: dai ragazzi e dalle maestranze che hanno partecipato alle riprese, ai figuranti che hanno interpretato “la gente del paese”. Tra gli attori anche il piccolo Salvatore Criaco, detto “Turi” nel film, uno dei ragazzi protagonisti.

Il film è stato girato quasi interamente a Ferruzzano superiore, con un passaggio su uno “spettacolo circense” – omaggio al regista Fellini – nella chiesa di Santa Maria dei Tridetti a Staiti. Numerose anche le immagini di Africo antica: le strade e la piazza attorno alla chiesa di San Nicola Pontefice, le viste dall’alto girate col drone, gli esterni del Rifugio Carrà.

La prima reggina è stata un successo per Calopresti, accolto dal pubblico con lunghi applausi.

Il film sarà nei cinema italiani da giovedì 21 novembre. Il responso spetta ora al botteghino.

Antonella Italiano

Ufficio stampa del Comune di Africo