Menu
Corriere Locride
Siderno. Sabato 20 luglio da “MAG La ladra di libri” si terrà la presentazione del libro “Appunti di meccanica celeste”, di Domenico Dara

Siderno. Sabato 20 luglio da “…

Sarà un sabato sera sp...

Windsurf - Il reggino Francesco Scagliola scatenato: dopo il mondiale vince l'europeo

Windsurf - Il reggino Francesc…

Bis d'oro. Il reggino ...

Nota stampa dei Sindacati sul nuovo ospedale di Vibo Valentia: «dopo vent’anni di attesa ancora tutto fermo»

Nota stampa dei Sindacati sul …

La sanità in Calabria ...

Reggo. Hospice “Via delle Stelle”: Il Planetario Pythagoras si unisce all’appello delle istituzioni affinché la struttura sia preservata

Reggo. Hospice “Via delle Stel…

La sezione Calabria de...

Nuova S.S.106: senza le infrastrutture la Calabria muore

Nuova S.S.106: senza le infras…

di Fabio Pugliese - (P...

Dalla Varia di Palmi un messaggio di speranza e di amore per la vita nella Giornata della Solidarietà in programma il 23 agosto

Dalla Varia di Palmi un messag…

Un gruppo di quaranta ...

I Deep Radics sbarcano al Sunset bar di Scilla

I Deep Radics sbarcano al Suns…

Tornano le note al tra...

Locri. Nota stampa del circolo di Fratelli d'Italia sulla situazione dell'Ospedale

Locri. Nota stampa del circolo…

Come circolo di Fratel...

Il Sindaco di Roccella Jonica ricorda l'ex parlamentare Domenico Bova

Il Sindaco di Roccella Jonica …

In ricordo dell’on. Do...

Cinquefrondi. "Se Si Insegnasse La Bellezza": il Comune regala agli anziani uno spazio sociale interessante realizzato con materiale riciclato

Cinquefrondi. "Se Si Inse…

Un altro passo importa...

Prev Next

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” sarà, domani nel crotonese, affianco alle famiglie delle vittime della s.s.106

  •   Redazione
L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” sarà, domani nel crotonese, affianco alle famiglie delle vittime della s.s.106

Il Presidente dell’Associazione domani mattina ad Isola di Capo Rizzuto e nel pomeriggio a Carfizi.

Pugliese: «affianco alle famiglie Nicolosi e Abate per dare sostegno e solidarietà ma anche per ribadire che coloro che amiamo e che abbiamo perduto non sono più dove erano ma sono ovunque noi siamo».

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” nella giornata di domani sarà impegnata al fianco delle Famiglie delle vittime della famigerata e tristemente nota “strada della morte” in due significative iniziative in ricordo delle vittime della S.S.106 nella provincia di Crotone.

La Famiglia Nicolosi, originaria della Sicilia ma residente a Verona, è rimasta colpita dalla tragica scomparsa del loro figlio: il papà Orazio, in particolare, da allora non è mai riuscito a ritornare sul luogo dove Giovanni ha perso la vita 9 anni fa.

Orazio e sua moglie Rita hanno deciso di iscriversi oltre un anno fa all'Associazione Vittime Incidenti Stradali di Verona egregiamente presieduta da Patrizia Pisi. Proprio ques’ultima li ha coinvolti nel progetto del Mutuo Aiuto dove ogni mese, attraverso degli incontri, tutte le Famiglie che hanno perso un loro caro sulla strada si incontrano insieme per darsi reciproco sostegno, tutelare le vittime e la loro memoria e portare le loro testimonianze dove sono chiamati a farlo.

Grazie a questa attività i coniugi Nicolosi, e papà Orazio in particolare, sono riusciti a trovare il coraggio di realizzare una lapide in ricordo del loro Giovanni posta nel luogo dove è avvenuto l’incidente ma, soprattutto, di visitare il posto dove il loro amato figlio ha perso la vita.

Domani mattina  alle ore 10:00 sulla S.S.106 al Km 230+700, nel Comune di Isola di Capo Rizzuto, dove il 17 agosto del 2010 ha perso la vita Giovanni Nicolosi di 20 anni, il Presidente dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” accompagnerà i coniugi Nicolosi sul luogo dove il loro figlio Giovanni ha perso la vita per un momento di ricordo e di preghiera.

Subito dopo il Presidente dell’Associazione Fabio Pugliese si recherà a Carfizi per stare con la Famiglia Abate nel corso della celebrazione dell’anniversario della morte di Rosario Abate, un giovane di 39 anni che il 22 aprile di un anno fa, ha perso la vita in moto, sulla S.S.106 al Km 271 nel comune di Strongoli. Qui per le ore 16:00 sono attesi molti motociclisti per ricordare Rosario, la cui scomparsa ha lasciato il segno nell’intero mondo dei bikers in Calabria.

«Domani – dichiara Fabio Pugliese – avranno luogo due iniziative molto particolari. L’Associazione sarà presente non solo per dare sostegno e solidarietà alle Famiglie Nicolosi e Abate ma anche per ribadire, con lo spirito della Pasqua della resurrezione che abbiamo appena finito di festeggiare, che coloro che amiamo e che abbiamo perduto non sono più dove erano ma sono ovunque noi siamo…»

Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 22 Aprile 2019