Menu
FanduCorriere Locride
Reggio Calabria. Il Circolo Culturale “G. Calogero” organizza il convegno “La Rivolta di Reggio del 1970 tra società cultura e storia”

Reggio Calabria. Il Circolo Cu…

In occasione del cinqu...

DIOCESI OPPIDO MAMERTINA - PALMI. Iniziato il delicato intervento di restauro della monumentale statua di San Girolamo a Cittanova

DIOCESI OPPIDO MAMERTINA - PAL…

È iniziato il delicato...

Gli alunni del “Gemelli Careri” di Oppido Mamertina alla quinta edizione del concorso “Archivio Nazionale dei monumenti adottati dalle scuole italiane”, con un corto su “lo scoglio dell’ulivo di Palmi”

Gli alunni del “Gemelli Careri…

Il progetto didattico,...

Poste Italiane contribuisce allo sviluppo economico e sociale del paese

Poste Italiane contribuisce al…

«Nel 2019 le attività ...

Bovalino: l'Adda richiede segnaletica e spazi per disabili

Bovalino: l'Adda richiede segn…

L'associazione Adda, s...

"Distanti", il nuovo libro edito da Falzea

"Distanti", il nuovo…

di Cosimo Sframeli Un...

Respinto il ricorso della Palmese retrocessa in Eccellenza. Adesso si va al Tar

Respinto il ricorso della Palm…

di SIGFRIDO PARRE...

Poste Italiane ottiene l’attestato ISO 26000

Poste Italiane ottiene l’attes…

L’Azienda aderisce al ...

UNHCR e Intersos a Camini per la Giornata mondiale del rifugiato  Incontri e dibattiti il 23 e 24 giugno nel paese dell'accoglienza

UNHCR e Intersos a Camini per …

UNHCR (Alto commissari...

Nour Eddine Fatty e l'esilio del flautista: «Nella Locride la presentazione del libro del grande musicista»

Nour Eddine Fatty e l'esilio d…

Dice di aver sempre pe...

Prev Next

Siderno: Unsic esprime preoccupazione per la chiusura dell'ufficio postale di Contrada Donisi

Il sindacato dei patronati Unsic di Siderno attraverso il suo Responsabile Sindacale, Antonio Commisso, esprime forte preoccupazione per il provvedimento che prevede la chiusura per il prossimo 7 di Settembre degli uffici postali della popolosa contrada Donisi di Siderno.

La chiusura, che per tanti anni era stata sventata grazie all’impegno delle istituzioni locali, oggi si sta tristemente concretizzando. Gli uffici postali di Donisi servono una fetta importante della comunità sidernese. Contrade come Fossecalì, Gonia, Mirto, Ferraro e la grande Donisi si riversano quotidianamente presso gli uffici della periferia sidernese. Un servizio che va oltre le semplici prestazioni postali e che ha rivestito negli anni un vero è proprio presidio di carattere sociale. Gli utenti, per la maggior parte anziani e non autosufficienti, riscuotono le prestazioni assistenziali e pensionistiche attraverso la sede periferica di Donisi, non potendo raggiungere le poste centrali, e la drastica chiusura creerà inevitabilmente un danno enorme alla fascia di sidernesi più deboli. Dal nostro osservatorio privilegiato abbiamo assistito impotenti all’obbligo imposto dai governi centrali di domiciliazione su conti corrente e libretti di risparmio delle prestazioni pensionistiche di anziani costretti a fare dimestichezza con codici Iban, codici Pin e Password. Oggi questi poveretti saranno costretti a vagare per la città alla ricerca di uno sportello operativo, con tutte le difficoltà per il trasporto da e verso casa.

È inaccettabile che i vertici di Poste Italiane adottino così drastici provvedimenti senza avvertire la necessità di confrontarsi con il territorio e le istituzioni comunali. Un appello ai responsabili di Poste Italiane affinché si ravvedano e, compatibilmente con le esigenze aziendali, continuino ad assicurare un servizio fondamentale per molti cittadini. Nella speranza che anche l’amministrazione comunale faccia la sua parte ci schieriamo dalla parte dei tanti cittadini bisognosi aderendo concretamente ad ogni manifestazione di dissenso che la comunità di Donisi vorrà intraprendere.

Leggi tutto

Siderno: Rapina all'ufficio postale di Via Matteotti, bottino da 2.000 euro

Questa mattina, lunedí 4 maggio 2015, due banditi con il volto coperto hanno fatto irruzione nell'ufficio postale di Via Matteotti e, armati di taglierino, si sono fatti consegnare dagli impiegati agli sportelli circa 2.000 euro.

Al momento della rapina erano presenti diverse persone all'interno dell'ufficio postale. Per loro solo tanto spavento.

Sull'episodio indagano i carabinieri.

Leggi tutto

Vibo Valentia: Ruba 100.000 euro dai risparmi dei clienti, denunciato impiegato Poste Italiane

L'accusa è di peculato e sostituzione di persona. Due ipotesi di reato che si sono concretizzate in seguito alla presunta falsificazione delle firme di otto clienti nella compilazione della modulistica che viene usata per effettuare i prelievi e i versamenti di denaro dai libretti di risparmio.

Con questo sistema un impiegato delle Poste avrebbe sottratto dai conti quasi 100.000 euro. L'impiegato è stato indagato dalla Procura di Vibo Valentia, come detto, per peculato e sostituzione di persona.

All’uomo è stato notificato un avviso di conclusione indagini emesso dal pm Santi Cutroneo.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed