Menu
Corriere Locride
Reggio. Nota stampa di Vincenzo Sera (CISL FP): «varata la seconda sede della Direzione Interregionale dell'Agenzia delle Dogane nella Città Metropolitana»

Reggio. Nota stampa di Vincenz…

«Con le determine del ...

Ardore: "Sulla strada in sicurezza", per i bambini della primaria sfilata di Carnevale dedicata all'educazione stradale

Ardore: "Sulla strada in …

Un "giovedì grasso" al...

Cresce l'attesa per il Carnevale dell'Area Grecanica a Brancaleone

Cresce l'attesa per il Carneva…

Consueto appuntamento ...

“Innocenti”, la Scuola di Recitazione della Calabria in scena giovedi 20 febbraio a Cittanova

“Innocenti”, la Scuola di Reci…

Andrà in scena giovedì...

Cinquefrondi. "Stato di degrado delle strade": Il Sindaco scrive alla Città Metropolitana di Reggio Calabria

Cinquefrondi. "Stato di d…

COMUNE DI CINQUEFRONDI...

Cinquefrondi. La fondazione Lanzino ed il Comune sottoscrivono protocollo di intesa. Il 22 febbraio presentazione del progetto

Cinquefrondi. La fondazione La…

In data odierna l'Am...

Nota stampa di Uil - Fp su: «emergenza carenza farmaci nella farmacia del Presidio Ospedaliero di Locri»

Nota stampa di Uil - Fp su: «e…

«Siamo venuti casualme...

Operazione “Polo Solitario”: «Revocata la misura cautelare a Teresa Ammendola»

Operazione “Polo Solitario”: «…

Nell’ambito dell’”Oper...

Siderno. Sabato 8 febbraio da MAG si presenta la raccolta poetica di Antonio Pileggi

Siderno. Sabato 8 febbraio da …

Sensazioni. Visioni. I...

Tre giorni contro le mafie a Vibo Valentia per la rinascita del Sud

Tre giorni contro le mafie a V…

«E’ una libera scelta,...

Prev Next

Il live di Paolo Sofia ha chiuso la rassegna “Benestare Teatro”

  •   Redazione
Foto Maurizio Albanese Foto Maurizio Albanese

Canta, recita, si racconta. Paolo Sofia, con “Vi racconto una storia”, spettacolo emozionante e coinvolgente, ha concluso la settimana scorsa la rassegna “Benestare Teatro”, promossa dall’amministrazione comunale della cittadina ionica e diretta da Nino Racco. Gli anni della formazione nei piano-bar a Milano, il grande successo con i QuartAumentata, il nuovo progetto e la dimensione del teatro d’impegno civile: la voce calda di Paolo Sofia cattura il pubblico in un crescendo emozionale tra musiche e testi che hanno la cifra distintiva della poesia. Con Salvatore Gullace alla chitarra e Dario Zema alle percussioni, il musicista di Bovalino propone canzoni cult come “L’occhiu du passanti” e “Mbiviti nattru” e brani impegnati, legati allo spettacolo teatrale “Avvelenati” (in scena con Enzo de Liguoro), passando attraverso il tango appassionato di “Mani” e il romanticismo di “Dolce sposa”, entrambi parte de “Il navigante del 3000”, progetto globale tra album, teatro e cinema, in via di realizzazione con Tanto di Cappello production.

Nell’accogliente Piazza della Memoria Civile, ad aprire la rassegna agostana è stato Antonio Tallura con il suo monologo “Vaju llà”: esilaranti storie delle rughe locresi per una maschera di estremo realismo, straordinariamente dipinta e interpretata dal noto attore calabrese. Il “Gruppo Spontaneo” di Bovalino ha poi proposto “Scherìa – La ricerca di un sogno”, commovente spettacolo sul tema delle migrazioni e dell’accoglienza con testi di Pino Macrì e Franco Costabile; protagonisti Enzo Marzano, Marianna Locri, Pino Ammendolea, con le musiche di Alessandro Alia. Il terzo appuntamento ha visto protagonista lo stesso Nino Racco che, insieme a Vincenzo Mercurio, ha portato in scena “La guerra di prima”: tra dramma e ironia, uno spaccato critico a cento anni dalla Grande Guerra, tutto giocato sul talento dei due attori e sul riuscito intreccio delle loro differenti peculiarità artistiche. Infine, Paolo Sofia con “Vi racconto una storia”. «È stata una piccola rassegna-vetrina di teatro della Locride – dice Nino Racco ‒ fa parte di un percorso che continuerà in inverno al Teatro della Chiesa Nuova, una bella sala ritagliata all'interno di una chiesa sconsacrata e adottata dal Comune di Benestare. Insomma: fermenti, entusiasmi per una Locride che non vuole morire anzi si candida come centro culturale regionale e nazionale. Molte idee. Fra queste una rassegna di teatro per ragazzi e un festival della "narrazione del Sud". Sosterranno l'iniziativa il Comune di Benestare e la Regione Calabria. Stiamo cercando di lavorare bene, con professionalità e umiltà». Soddisfatto il sindaco Rosario Rocca: «Ci piace l’idea di appuntamenti teatrali che avvicinino il pubblico, che facciano sentire coinvolti, come è stato per questa rassegna. È nostra intenzione continuare questo percorso culturale che parte dal teatro aprendosi a diverse forme di arte».