Tecnologia: l’evoluzione dello smartphone dal 1992

Lo smartphone è uno degli oggetti più discussi del nuovo millennio, e anche la data del “compleanno” di questo dispositivo che ha cambiato il mondo è avvolto dal mistero. C’è chi ritiene che sia dell’IBM nel lontano 1992 il primo prototipo di smartphone, ma altresì chi invece afferma che il touch screen in realtà sia apparso nel 1969 sul mercato, e sia questo dunque l’anno “zero” dello smartphone. Un’altra corrente di pensiero sostiene invece che sia Apple nel 2007 ad aver lanciato il primo dispositivo mobile come lo conosciamo oggi, sintesi di tutte le innovazioni precedenti, e capostipite di una nuova “specie”. Facciamo un po’ di chiarezza in quest’articolo sulla storia di questo elemento diventato un estensione del nostro corpo.

1969 nasce il primo schermo tattile

Sempre più persone in Italia, e nel mondo tendono a utilizzare lo schermo del proprio smartphone per centinaia di funzioni. Con il touch screen possiamo, ad esempio, tranquillamente giocare alle slot machine online, o a giochi da casinò per tirare dadi e carte e selezionare simboli vincenti e avversari. Possiamo anche collegarci con le app dei servizi di utenze e pagare le bollette, sempre con qualche semplice tocco sul touch screen. Se quindi riusciamo a fare tutto ciò e ancor di più, lo si deve a uno studioso inglese, al secolo Eric Johnson. L’anno ufficiale è il 1969, ma è questa la data del brevetto dello schermo touch: gli studi di Johnson si erano infatti conclusi con successo già nel 1965, e solo quattro anni più tardi poté ottenerne il riconoscimento su “carta”. L’anno invece in cui è stato commercializzato il primo prodotto della storia con schermo tattile è invece il 1972: l’invenzione di Johnson fu applicata a un computer, il PLATO IV.

READ  Ciclismo: Spagna, a sorpresa Europei: "Italia, Belgio, Slovenia favoriti, ma..."

1992: il Simon prodotto da IBM che cambia il “telefono”

La grande invenzione di Johnson degli anni sessanta resta per lo più utilizzata in campo assistenziale e pubblico per oltre 20 anni: diversi sportelli bancari intorno agli anni ottanta cominciano a offrire schermi tattili, così come fanno stazioni e uffici con gli schermi informativi. Non manca in ogni caso qualche applicazione in campo professionale come nel caso dell’HP-150; ma la vera diffusione di questa tecnologia inizia negli anni ‘90. Precisamente la data da segnare è il 1992 anno in cui per la prima volta un telefono e uno schermo touch incrociano le proprie strade nel Simon della IBM. Questo che molti considerano l’antenato più diretto dello smartphone come lo conosciamo oggi aveva in effetti tutte le caratteristiche dei dispositivi mobili attuali. Schermo tattile, nessuna pulsantiera fisica, permetteva la gestione dei file, e come da smartphone che si rispetti, aveva anche un gioco installato, il celebre Scramble, primo caso nella storia dei telefoni cellulari.

2007: Apple fa conoscere al mondo la nuova “stirpe” di telefoni cellulari

Se dovessimo segnare con una tacchetta tre date su una linea temporale immaginaria che hanno rivoluzionato l’evoluzione dello smartphone dai prototipi ai giorni nostri, queste sarebbero sicuramente il 1969, il 1992 e il 2007. Le prime due le abbiamo conosciute rispettivamente per la comparsa dei primi schermi tattili il ‘69, e la seconda invece per la nascita del primo telefono con funzioni touch, giochi e operazioni professionali, il Simon nel 1992. Il 2007 è invece il lancio dell’iPhone, il leggendario prodotto made in Apple diventato un’icona. Esattamente dal nove giugno del 2007 il brand di Copertino iniziava la sua produzione di telefoni smart, aprendo al mondo una nuova strada, fatta di scorrimenti rapidi, e ancora giochi, applicazioni e tanti strumenti professionali.

READ  40 La migliore case pc trasparente del 2022 - Non acquistare una case pc trasparente finché non leggi QUESTO!

Sono trascorsi poco più di 30 anni dal lancio del primo telefono con schermo tattile, e oltre 50 dall’introduzione di questi schermi così rivoluzionari. Da questi due momenti così importanti è trascorso relativamente poco tempo e il lancio degli smartphone e dei dispositivi con schermi pieghevoli conferma che la tecnologia ha in serbo ancora grandi sorprese per l’umanità. Non ultima la grande proposta sul mercato di Amazon: il colosso di Jeff Bezos propone infatti un frigorifero smart che sa cosa stiamo mangiando, con schermo ovviamente rigorosamente touch.

Ernesto Ferri
Ernesto Ferri
"Esperto di Internet. Lettore. Fanatico della TV. Comunicatore amichevole. Esperto di alcolisti certificato. Appassionato di pancetta. Esploratore. Evil twitteraholic."

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest Articles